UA-46852402-1

PRENOTAZIONI ATTIVE. 0424.1945896 | info@nirem.it

Via Campiglio, 22 - Mezzaselva di Roana

Home » Blog Page

AVS – Stimolazione Audio Visiva

La stimolazione audio-visiva è una tecnica che permette di sperimentare diversi stati di coscienza mediante apparecchiature elettroniche che riproducono stimoli visivi e uditivi. Si tratta di sintetizzatori muniti di occhiali (o lampade ambientali) e cuffie (o casse stereo) che, mediante luci lampeggianti e suoni, possono stimolare le onde cerebrali, sintonizzandole su determinate frequenze. In base al tipo di sessione, è possibile applicare questa tecnica per scopi differenti che includono il rilassamento, le terapie del sonno, il miglioramento dell’apprendimento. Il NIREM propone in esclusiva la migliore tecnologia per l’intrattenimento audio-visivo: dispositivi elettronici che comunicano con l’intero sensorio visivo e uditivo, sostituendo il mondo esterno con una realtà semplificata composta di frequenze fotiche, cromatiche e soniche (stato ipnagogico).

Negli ultimi anni la comunità scientifica ha scoperto il potenziale della stimolazione audio-visiva (AVS). Articoli scientifici sono già stati pubblicati in tutto il mondo. Gli effetti della stimolazione audio-visiva sulle persone possono essere molteplici e oggettivi, in molti casi documentati dalla letteratura scientifica internazionale.

Il cervello umano funziona secondo diverse modalità. Esso emette scariche elettriche (firing) che producono delle vere e proprie frequenze, normalmente da 1hz a 30 hz. A diversi stati di coscienza corrispondo diverse onde cerebrali, ciò è misurabile con i moderni strumenti EEG. Allo stesso modo, modificando le onde cerebrali cambia anche lo stato di coscienza del soggetto. Le macchine per la mente fanno proprio questo, inducono cioè un determinato set di onde cerebrali su determinate frequenze. Esse accompagnano dolcemente il cervello da uno stato di coscienza all’altro, influenzando il comportamento elettrico dei neuroni. Tale fenomeno si chiama FFR (Frequency Following Response) e permette di raggiungere facilmente lo stato mentale desiderato.

Le onde cerebrali che si sviluppano sulla corteccia cerebrale, e anche quelle prodotte dalle macchine AVS, si misurano in Hertz o numero di cicli al secondo. Le neuroscienze classificano queste onde in gruppi omogenei, o bande, identificati da una lettera greca.

  • BETA (da 13 a 30 Hz): associate ai compiti mentali più impegnativi, in cui è richiesta più attenzione e la mente è iperattiva. Queste attività possono comprendere diverse procedure, tra cui: calcoli matematici, parlare in pubblico, manovrare un macchinario e in generale eseguire compiti complessi. Tutto ciò che impegna e stressa la nostra mente, richiede questo tipo di onde cerebrali.
  • ALFA (da 8 a 13 Hz): preponderanti nei compiti che permettono un rilassamento vigile e uno stato rilassato di attenzione, come ascoltare una lezione, leggere un buon libro o seguire qualcuno che ci racconta una storia. Quando il cervello funziona a queste frequenze, impara e e memorizza più facilmente. Questa è la banda della memoria!
  • THETA (da 4 a 8 Hz): associate al passaggio da veglia a sonno e da sonno a veglia. Questo tipo di onde viene prodotto dal nostro cervello per almeno 10 minuti ogni ora. Ciò avviene nel momento in cui siamo concentrati sui nostri processi interiori, sogni ad occhi aperti che possono durare da qualche secondo a qualche minuto. Quando qualcuno ha lo sguardo perso nel vuoto o sta fantasticando, il suo cervello è più lento ed emette onde Theta. Si tratta di onde che si correlano allo stato ipnotico e alla produzione artistica, poiché rendono la nostra mente creativa, intuitiva e allo stesso tempo molto influenzabile.
  • DELTA (da 1 a 4 Hz): sono quelle più lente e corrispondono al sonno profondo, quando il corpo è completamente rilassato e l’attività mentale ridotta al minimo. Questo stato è molto importante, in quanto permette alla mente di riposarsi e attiva dei processi ormonali funzionali alla rigenerazione cellulare, alla purificazione dell’organismo e alla guarigione.

Per diversi motivi, il cervello può non essere in grado di produrre determinate frequenze nel modo giusto e per la durata necessaria. Per esempio, è stato scoperto che le persone con problemi di dipendenza tendono ad avere una quantità insufficiente di onde Alfa. Un altro esempio sono le persone con problemi di attenzione, che tendono ad avere le onde Theta dominanti quando invece un SMR (13-15 Hz) sarebbe più appropriato; sembra che ciò si verifichi anche nei soggetti affetti da malattia di Lyme. Un altro esempio ancora sono le persone che lamentano problemi d’insonnia e che tendono ad avere le onde Beta dominanti, in un momento in cui dovrebbero dominare le Theta e le Delta.

A chi è rivolto

A tutti coloro che vogliono migliorare la propria performance mentale o semplicemente facilitare il rilassamento.

Durata

Le sessioni AVS durano dai 10 ai 60 minuti e debbono essere effettuate quotidianamente in un orizzonte temporale che va da 1 a 3 mesi. Le sessioni AVS non sostituiscono la terapia farmacologica.

Controindicazioni

Nessuna controindicazione, tranne che per soggetti fotofobici e/o epilettici.

CLICCA PER PRENOTARE SUBITO VIA E-MAIL


Feedback?

by Bliss Drive Review